Alex sta meglio, il 27enne è uscito dalla Terapia intensiva

Alex sta meglio. Si tratta del ragazzo di 27 anni che è stato aggredito a Monreale il 15 settembre e ricoverato all’ospedale Ingrassia di Palermo a causa delle gravi lesioni. Ieri, come ha fatto sapere il padre, il giovane è stato estubato e respira in maniera autonoma, la situazione clinica è in miglioramento. Un grande respiro di sollievo per i tanti amici che lo stanno aspettando e che hanno creato un gruppo Facebook che conta già oltre tremila persone.

“Oggi Alex, è fuori pericolo – scrive il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono -. Questo rende l’attesa meno insostenibile ma non fermerà nessuno di noi nel viaggio verso verità e giustizia”.

Intanto Alex, il cui nome adesso lo diamo perchè di dominio pubblico, è uscito dalla Rianimazione, un fatto che fa ben sperare. Adesso il ragazzo sarà sottoposto al alcune operazioni chirurgiche per la cura di alcune fratture riportate nel corso della brutale aggressione. Il padre è alla ricerca della verità su quanto accaduto al figlio, considerato da tutti un ragazzo buono e che non potrebbe fare del male a nessuno.

A Pioppo intanto per giovedì 24 settembre è in programma una veglia di preghiera per Alex e per tutte le vittime di violenza. “Affinché questi atti di violenza disumana non avvengano mai più”, si legge in un comunicato del parroco, don Nicola Di Lorenzo. “Consigliamo a tutti di unirsi in Preghiera – dice -, sempre rispettando le Norme Sanitarie per la tutela della Salute di tutti Noi. Continuiamo a pregare per Il Nostro Alex e per tutte le vittime di violenza”.