Continui fuochi d’artificio, a Monreale ormai sono un incubo

Matrimoni, battesimi, prime comunioni, cresime, compleanni ma anche funerali e perfino liberazioni dal carcere. Ormai a Monreale, ma non solo, ogni scusa sembra essere buona per accendere fuochi d’artificio.

Se prima poteva essere piacevole vedere ogni tanto qualche fuoco d’artificio nelle feste di paese, oggi non è certo una esagerazione parlare di incubo. Sì, perché non esiste più limite che tenga alla fantasia per trovare un pretesto per sparare i fuochi, a tutte le ore del giorno, e nei luoghi più improbabili.

A Monreale ci sono sere in cui si contano anche decine di fuochi accesi, sia nelle sale di trattenimento, sia all’interno di ville private. E chi non ha uno spazio in cui sparare? Ecco trovata la soluzione… I fuochi si accendono in strada, con buona pace dei residenti costretti a godersi un inatteso e poco gradito spettacolo che talvolta risulta anche pericoloso.

Chi non desidera essere svegliato nel cuore della notte dai fuochi d’artificio che battono sulla propria finestra?! È successo qualche notte fa a Monreale, in piano centro abitato ed continuato ad accadere nella parte alta del paese.

Il fenomeno, che ormai sta sfiorando il cattivo gusto, ormai è del tutto incontrollato. Istituzioni e autorità di pubblica sicurezza dovrebbero iniziare a muoversi per regolarlo, imponendo misure, controlli serrati e sanzioni esemplari per i trasgressori.