Prevenzione del cancro al seno, il Municipio si tinge di rosa

Monreale partecipa alla campagna di sensibilizzazione per la diffusione della cultura della prevenzione

Il Municipio di Monreale per tre giorni si tinge di rosa nel segno della prevenzione del carcinoma mammario e della campagna sensibilizzazione “LILT”.

“Fare diagnosi precoce spesso significa salvare la propria vita“, é il messaggio di Patrizia Cellini, rappresentante dell’associazione N.I.N.A che ierisera ha aderito alla campagna di sensibilizzazione “LILT” per la diffusione della cultura della prevenzione e della lotta al carcinoma mammario, in collaborazione con ANCI e il Comune di Monreale.

La campagna di quest’anno è volta a invitare tutte le donne alla prevenzione attraverso le visite senologiche che sono state programmate in numerose strutture sanitarie dell’Isola.
Per l’occasione il prospetto del palazzo di Citta é stato illuminato di Rosa.

L’iniziativa è stata preceduta da un momento di saluto del sindaco Alberto Arcidiacono che, insieme a Letizia Sardisco, vice presidente del consiglio comunale, hanno accolto le socie e la Presidente della LILT Palermo, Francesca Glorioso. Sono intervenuti, fra gli altri il presidente del Circolo Italia Claudio Burgio, il consulente del sindaco Salvo Giangreco e altri cittadini.

La dottoressa Glorioso ha lanciato inoltre l’idea di organizzare a Monreale un momento di Formazione e informazione. “L’adesione del comune di Monreale alla campagna di sensibilizzazione alla prevenzione del tumore al seno promossa dalla lilt – ha detto la vice Presidente del consiglio comunale Letizia Sardisco – è una iniziativa che mi inorgoglisce. La prevenzione non si esaurisce nel l’iniziativa delle donne, di effettuare i controlli periodici, ma passa attraverso la competenza dei centri e dei professionisti che li effettuano. Parimenti, la cura del tumore al seno non si ferma alla malattia fisica, ma investe la dimensione psichica e sociale della donna, che si trova catapultata in un’altra dimensione. La lilt non solo indirizza le donne a centri e professionisti senologici specializzati, ma si accompagna ad associazioni che offrono sostegno psicologico alle donne coinvolte“.

“Dal tumore al seno si guarisce, si cambia perché è un’esperienza che segna ma si rinasce – ha dichiarato la Presidente LILT Palermo Francesca Glorioso – la prevenzione è essenziale per la guarigione perché è soltanto con la diagnosi precoce che si può salvare una vita”.