Clienti e camerieri senza mascherina, 130 multe nel Palermitano

In azione Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza

Iniziano ad arrivare le prime multe nei confronti di chi non rispetta le norme anti Covid in provincia di Palermo. Sono circa 130 le multe elevate nei luoghi della movida durante in fine settimana appena trascorso.

In azione Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza per fronteggiare assembramenti e mancato uso di dispositivi di protezione individuale. Le multe si sono concentrate soprattutto a Palermo.

Nel fine settimana i Carabinieri del Comando Provinciale e dei Nas, si sono occupati di eseguire numerosi controlli in attività commerciali, volti anche al rispetto delle norme sul contrasto alla diffusione del Covid-19.

Tre i locali sanzionati per aver violato le norme sul distanziamento. In particolare in due attività del centro storico di Palermo si era omesso di osservare il distanziamento di almeno un metro nella predisposizione di tavoli e sedie. Il titolare di un bar è stato sanzionato anche per non aver indossato la mascherina. Il proprietario di una birreria è stato multato anche per aver permesso ai clienti l’accesso nel locale al chiuso ed aperto al pubblico, senza aver indossato la mascherina.

Per entrambe le attività di è stata applicata la sanzione amministrativa accessoria della chiusura di 5 giorni.
Il proprietario di un altro bar a Mondello è stato sanzionato poiché sprovvisto del registro della clientela.

Inoltre è stato denunciato un 38enne gestore di una villa per ricevimenti dopo aver violato i sigilli. L’attività era stata sequestrata lo scorso 30 agosto.