Riapre il Mercato ortofrutticolo di Palermo, accessi solo con tampone negativo

A Palermo riapre il mercato ortofrutticolo dopo i tre casi di Coronavirus riscontrati nei giorni scorsi. L’accesso sarò contingentato e dall’inizio della prossima settimana sarà possibile per gli operatori registrati prenotare l’accesso per la ripresa delle ordinarie attività di compravendita. Oggi il sindaco di Palermo ha firmato un’ordinanza in tal senso stabilendo il percorso per giungere alla ripresa delle regolari attività mercatali, che erano state sospese giorno 11 a seguito della comunicazione di alcuni lavoratori positivi al Covid-19 fra i dipendenti dei concessionari.

L’ASP ha già effettuato uno screening completo di tutti i dipendenti comunali e privati che accedono al Mercato. Ora il sindaco ha disposto che l’accesso avvenga in modo contingentato tramite prenotazione, utilizzando lo stesso sistema online elaborato dalla Sispi durante il lockdown.

In particolare, potranno accedere ogni giorno 350 produttori locali e 500 compratori, oltre a 100 portantini e carrellisti. Gli accessi saranno scaglionati fra le 3 e le 9 del mattino. La riapertura sarà però vincolata ad alcune procedure che si dovranno eseguire obbligatoriamente.

In particolare dovrà essere attestato che tutto il personale sia risultato negativo al test sul contagio da Covid-19 o che, nel caso in cui siano stati rilevati casi positivi, si provveda alla sostituzione del personale stesso e si proceda alla sanificazione certificata dei locali, previa comunicazione alla Direzione del Mercato.

Inoltre, sempre per garantire la riapertura in massima sicurezza è stato stabilito che in tutti gli stand sia messa a disposizione di chiunque un’adeguata quantità di soluzione igienizzante, così come dovrà fare la Direzione del Mercato presso gli ingressi del mercato di via Montepellegrino.

Al personale risultato positivo al COVID-19 sarà inibita la possibilità di ottenere il QR Code per tutta la durata della quarantena e saranno poi riammessi nell’area mercatale solo dopo aver prodotto la certificazione medica di “avvenuta negativizzazione”.

I concessionari e i loro dipendenti, per accedere all’area mercatale, dovranno esibire il cartellino anno 2020 e il QR code di registrazione da effettuarsi una sola volta tramite il portale della SISPI. Tale operazione si rende necessaria al fine del tracciamento giornaliero degli ingressi che saranno comunque controllati anche con la misurazione della temperatura. L’ordinanza dispone il rispetto rigido delle misure di prevenzione da parte dei Concessionari, che sono ritenuti responsabili dell’osservanza in toto da parte del rispettivo personale.