Profumo di libri e potenza della Monreale che fu: la biblioteca Ludovico II de Torres

Il Seminario antico e biblioteca Ludovico II de Torres saranno visitabili il 17 ottobre dalle ore 20 alle 23 e il 18 ottobre dalle ore 16 alle 19

Monreale non è solo Duomo ma una fonte inesauribile di bellezze storiche, architettoniche e naturali. Attorno al magnifico monumento, infatti, ruota un patrimonio sconosciuto a tanti monrealesi. Un tesoro che deve essere messo in mostra, che tutti dovrebbero conoscere e raccontare.  E raccontarli è l’obiettivo de Le Vie dei Tesori, che permetterà anche nel fine settimana che sta per iniziare di scoprire un luogo fantastico monrealese.

Tra i tanti luoghi che sarà possibile visitare con Le Vie dei Tesori ci sono il Seminario antico e la biblioteca Ludovico II de Torres. Quanti di noi si sono mai chiesti cosa c’è dietro quel portone in via Arcivescovado? Quanti passano ogni giorno, non notando questa struttura? Eppure sta lì da secoli, è un luogo denso di storia, da cui sono passate le personalità più importanti della città e della Sicilia.

Questo pomeriggio abbiamo fatto visita in questo luogo. Accompagnati da don Giuseppe Ruggirello, assieme all’assessore comunale Ignazio Davì e alla presidente della Pro Loco di Monreale Amelia Crisantino, abbiamo voluto dare una breve occhiata di cosa è questo luogo. E non vogliamo scendere nei particolari per non svelare quali sono le sorprese che attenderanno il visitatore dentro il viaggio, che si compie una volta varcato il portico.

Don Ruggirello conosce ogni millimetro del Seminario antico e della biblioteca Ludovico II de Torres di Monreale. Un monumento normanno che nei secoli ha subito trasformazioni, stravolgimenti, modifiche per volere dei vari Arcivescovi. Al suo interno la biblioteca, gioiello inesplorato. Entrando è il profumo dei libri che avvolge il visitatore. Tra i tesori conservati c’è un evangelistario commissionato da Guglielmo II ai monaci per la Cattedrale, un testo dal valore inestimabile. Libri medievali come casseforti. È il tabulario di Santa Maria Nuova, un maestoso volume protetto da una copertina in legno. Un codice diplomatico di cui al mondo ne esistono solo due copie: una è a Monreale, l’altra nelle biblioteche Vaticane. Ma tanti altri sono i codici e i testi da scoprire dentro questo luogo magico, che non sveliamo e che attendono di essere ammirati.

Questo, come gli altri offerti dal manifesto de Le Vie dei Tesori, è un luogo in cui viene conservata la testimonianza della grandezza e della potenza della Diocesi di Monreale.  Un tempio della storia di cui ogni monrealese dovrebbe iniziare a vantarsi.

Il Seminario antico e biblioteca Ludovico II de Torres saranno visitabili il 17 ottobre dalle ore 20 alle 23 e il 18 ottobre dalle ore 16 alle 19. La durata della visita è di 30 minuti, massimo 20 persone.