A Monreale dallo Stato 365mila euro da destinare alle famiglie disagiate

Oltre 365mila euro; a tanto ammontano i fondi che lo Stato ha inserito per Monreale nel decreto Ristori ter per far fronte alla crisi economica che ha colpito centinaia di famiglia, oggi in difficoltà a causa della pandemia.
I fondi serviranno a destinare aiuti alimentari e buoni spesa alle famiglie e i cittadini piombati in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria.

In tutto il Governo nazionale ha messo a disposizione 400 milioni di euro. Per i Comuni della provincia di Palermo si tratta di risorse che in totale ammontano a 10,7 milioni di euro. Palermo potrà disporre di 5,1 milioni di euro, 530 mila euro andranno al Comune di Bagheria, circa 370 mila euro a Carini e Monreale, poi via via tutti gli altri”. La notizia è stata data dai parlamentari del Movimento 5 Stelle Roberta Alaimo e Valentina D’Orso insieme al sottosegretario Steni Di Piazza, commentando l’ulteriore pacchetto di interventi contenuti nel dl Ristori Ter.

“Il rinnovo di questo intervento è l’ennesima dimostrazione che gli interventi di politica sociale voluti dal Movimento 5 Stelle con il ministro Catalfo vanno nella direzione di non lasciare nessuno indietro. L’ulteriore provvedimento definito, nei giorni scorsi, dall’esecutivo – dicono i parlamentari – fa salire a circa 10 miliardi di euro i fondi stanziati nei tre decreti Ristori per aiutare lavoratori e imprese a superare gli effetti economici negativi determinati da questa nuova ondata. E’ l’ennesima dimostrazione che lo Stato c’è, il Movimento 5 Stelle lavora per mettere in sicurezza il tessuto economico e sociale del Paese”.

Ricevi tutte le news
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.