Trenta monrealesi hanno deciso, 17mila euro per arredi urbani

Le Democrazia Partecipata, solo 30 cittadini rispondono al sondaggio

Trenta cittadini hanno scelto il progetto per l’arredo Urbano a cui destinare i fondi della Democrazia Partecipata. Sono 17.250,00 euro i fondi che andranno per l’acquisto di beni funzionali al decoro e all’arredo urbano.

A deciderlo sono stati quei pochi cittadini che, compilando l’apposito modulo inserito nell’avviso affisso all’albo pretorio del Comune di Monreale, hanno votato uno dei tre temi proposti dall’amministrazione Arcidiacono. Lo rende noto l’assessore agli Istituti di partecipazione democratica Rosanna Giannetto.

La somma di 17.250,00 euro trasferita al comune di Monreale per l’anno 2020 dalla Regione Siciliana alla cosiddetta Democrazia Partecipata servirà per la realizzazione di azioni di interesse comune. Lo scorso 15 dicembre, per quindici giorni, infatti, è stato pubblicato sul sito istituzionale dell’ente un avviso con cui si invitavano i cittadini a votare una delle tre aree tematiche, per l’utilizzo della somma. Agli uffici sono pervenute complessivamente 30 schede, di cui 24 che esprimevano la preferenza per l’azione numero 3 “acquisto di beni funzionali al decoro all’arredo urbano” e 6 schede che esprimevano preferenza per l’azione numero 2 “promozioni di manifestazioni ludico-ricreative e culturali da realizzarsi durante le festività prioritariamente per i giovani”.

“Grazie a questi finanziamenti – hanno dichiarato il sindaco Alberto Arcidiacono e l’assessore Rosanna Giannetto – potremo dar seguito alla volontà dei cittadini che hanno espresso la loro preferenza per l’acquisto di  arredi e  beni che serviranno per migliorare il decoro urbano e valorizzare i singoli spazi della nostra città”.

Ricevi tutte le news
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.