Pioppo Zona rossa? “Verifichiamo i numeri ma attenti al procurato allarme”

Il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, risponde a Stefano Lo Coco sulla richiesta di dichiarazione di zona rossa

Il sindaco di Monreale, Alberto Arcidiacono, replica sulla richiesta avanzata da Stefano Lo Coco, componente della consulta di frazione di Pioppo, che ha chiesto al primo cittadino di farsi portavoce nei confronti del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, per la dichiarazione di una zona rossa a Pioppo. (Leggi qui)

“Si chiede la zona rossa quando si verificano i numeri – dice Arcidiacono, replicando a Lo Coco -. In settimana verificheremo i numeri dei contagi nella frazione di Pioppo e, se dovessimo riscontrare situazioni gravi, è chiaro che agiremo di conseguenza”.

Secondo quanto riferito da Lo Coco, a Pioppo la situazione dei contagi sarebbe preoccupante. Il rappresentate della consulta pioppese ha anche chiesto maggiori controlli da parte delle autorità. “Non si chiedono zone rosse senza conoscere lo stato di gravità attuale perché si potrebbe profilare un procurato allarme. Bisogna prima verificare i numeri, su questo si fonda ogni scelta”. Così conclude Arcidiacono.

Ricevi tutte le news
1 Commento
  1. […] Venerdì sarà la volta di Pioppo. Non è ancora stata scelta la location in cui saranno eseguiti i tamponi rapidi. Ulteriori comunicazioni saranno date a breve dall’amministrazione comunale. A Pioppo l’avvio della giornata di test era stata annunciata dal sindaco dopo un botta e risposta avviato dal rappresentante della consulta di frazione, Stefano Lo Coco, che ha voluto accendere un faro sulla situazione epidemiologica pioppese (LEGGI QUI) […]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.